Il Bisceglie Femminile sale sull’ottovolante, che vittoria sulla Virtus Ciampino!

Grande prova delle ragazze di Francensco Ventura che espugnano il PalaKilgour di Ariccia 

Un grande Bisceglie Femminile vince d’autorità la gara d’andata della finale playoff promozione in serie A, superando in terra laziale la Virtus Ciampino.

Al Pala Kilgour di Ariccia mister Ventura è costretto a fare a meno di bomber Annese. Partenza lampo delle neroazzurre che dopo appena venti secondi sbloccano il risultato con Soldano, abile nel ribattere a rete il tiro di Mendieta respinto dal portiere. Partita gradevole con un Bisceglie pimpante che al 5’30” trova il raddoppio con Tricarico che insacca di giustezza ancora su tiro respinto, ma non trattenuto, di Mendieta. Il copione d’inizio gara vede le ragazze di Ventura grandi protagoniste con Tricarico che fallisce una superiorità numerica. Allo scoccare dell’8’ il Ciampino torna prima in gara con un tiro dalla distanza di Signoriello, poi trenta secondi dopo impatta con Segarelli. L’inerzia ora è a favore delle romane che sfiorano anche il possibile vantaggio. Superata la metà di frazione Bisceglie di nuovo vivo in attacco con Scommegna che cicca il pallone; poco dopo è Castro dalla destra a provare senza fortuna la conclusione a rete. Il match perde di intensità e l’equilibrio nel parziale incide non poco. Nel finale ci prova ancora la brasiliana Castro, ma il tuo tentativo viene deviato dall’estremo di casa. Entra Zaccagnino per le pugliesi con il suo tiro ben parato. Al terzo tentativo è “Iaia” Gariuolo al 18’41” a riportare il Bisceglie avanti al riposo.  

La ripresa parte con il Ciampino insidioso, tiro di Catrangone deviato in corner da Tempesta. Superato il primo minuto di gioco Castro pesca dalla distanza Soldano che tutta sola manda a lato. Verrelli prova la via del pari ma la difesa neroazzurra rimedia. Al 2’25” il Bisceglie allunga il passo con Ellen Castro che sferra un bolide dalla sinistra su cui nulla può l’estremo laziale. Passano due minuti e la brasiliana realizza la doppietta personale depositando in rete un tiro di Scommegna respinto. Bisceglie che mette il turbo e nel giro di 70 secondi allunga sino al 7-2 grazie a Mazzilli e Mendieta che affondano in maniera implacabile il colpo. Pisello va in gol per la Virtus di mister Calabria provando a rientrare nuovamente in partita. Bisceglie che esaurisce il bonus falli allo scoccare del 10’, una situazione che le ragazze di Ventura gestiscono con grande attenzione. Le pugliesi non si fermano, tutt’altro, va in gol per l’ottava volta con Scommegna che mette la firma sul tabellino dei marcatori, ben servita da Soldano. La gara vive di spunti, ma la stanchezza comincia a prevalere. Castro al 17’30” coglie il palo esterno su scarico di Soldano. È l’ultimo sussulto di una gara che il Bisceglie porta a casa con merito, guardando con grande fiducia al match di ritorno previsto per domenica 3 giugno al PalaDolmen alle ore 17.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.