Finale playoff, Pugliese: “Partita che può valere una stagione”

“Saremo molto attenti, non sottovaluteremo ne l’avversario ne l’impegno”

Sono passati appena dieci mesi da quel 3 agosto 2017, giorno in cui il Bisceglie Femminile prendeva vita agli occhi del mondo esterno con la presentazione del suo progetto. Dieci mesi dopo il sodalizio presieduto da Milly Lovero si appresta a vivere la giornata più importante della sua giovanissima storia disputando domani, 3 giugno, la finale playoff di ritorno contro la Virtus Ciampino che vale la promozione in serie A.

Per il match del PalaDolmen, previsto alle ore 17, ci si aspetta il pubblico delle grandi occasioni, “C’è grandissima trepidazione per questo incontro”, esordisce il capitano neroazzurro Martina Pugliese, “si può dire sia partito un vero e proprio countdown. Questa partita può valere una stagione, ne siamo consapevoli e l’entusiasmo e la determinazione sono alle stelle, talmente alti da compensare una condizione fisica non eccellente”. L’8-3 maturato al Pala Kilgour di Ariccia rappresenta un discreto vantaggio per le ragazze allenate da Francesco Ventura, una gara giocata in maniera impeccabile, “Una vittoria con 5 gol di scarto era insperato alla vigilia, ma è stato pienamente meritato sul campo. Siamo partiti subito con il piede sull’acceleratore”, continua il capitano neroazzurro, “lo dimostra il primo gol lampo, poi credo la chiave della partita sia stata non subire il contraccolpo psicologico del passaggio dallo 0-2 al 2-2; abbiamo continuato ad imporre il nostro gioco, macinando azioni da gol e subendo in fin dei conti pochi pericoli in difesa, creati più che altro da qualche azione individuale”. Si parte con il pronostico dei favori nettamente dalla parte biscegliese, un peso psicologico da gestire al meglio come afferma Pugliese, “È inevitabile che il vantaggio creato con la partita di Ariccia ci ponga nella posizione di favoriti, ma noi saremo molto attenti a far sì che questa sicurezza non si trasformi in eccessiva convinzione, non sottovaluteremo ne l’avversario ne l’impegno. Per evitare problemi è necessario giocare con l’aggressività e la grinta di una situazione di assoluto equilibrio, ma con la capacità di gestione di un vantaggio consistente”. Facendo un salto indietro nel tempo i sogni sono diventati un traguardo a portata di mano, la massima categoria da afferrare con convinzione, “So che a conti fatti la mia potrebbe risultare una risposta scontata, ma ho sempre pensato che questa squadra avesse le carte in regola per arrivare in fondo a tutte le competizioni. Lo zoccolo duro di questo gruppo veniva già da una stagione oltre le aspettative e gli acquisti hanno portato un enorme apporto tecnico e, forse, ancora più importante dal punto di vista umano. Ogni ingranaggio è al posto giusto in questo meccanismo, ora però speriamo fortemente di vincerla questa finale”, dichiara Pugliese, “forse è l’unico modo per attenuare il dolore ancora cocente per l’esito della finale di Coppa Italia e gioire di un traguardo storico davanti al nostro pubblico che ci auguriamo sia numeroso e caldo”. Per la gara di domani Ventura recupera Flavia Annese, assente ad Ariccia. Per staccare il pass che porta in serie A il Bisceglie Femminile potrà vincere, pareggiare o anche perdere con uno scarto non superiore alle 4 reti, in caso di sconfitta con 5 gol di scarto si continuerà con eventuali supplementari e rigori. Arbitreranno l’incontro Luca Petrillo di Catanzaro e Fabio Cozza di Cosenza. Crono: Antonella Maglietta di Bari. L’incontro sarà trasmesso in diretta streaming sulla pagina Facebook del Bisceglie Femminile a partire dalle ore 16:50.

 

Gianluca Valente

Ufficio Stampa Bisceglie Femminile

stampa@biscegliefemminile.it

 

Aggiungi ai preferiti : Permalink.